menstyle

Buon Natale!

Cari lettori,

anche quest’anno il calendario dice che è ora di spegnere tutto e dedicarci alla parte più spirituale dell’anno.

E’ difficile, lo so, di questi tempi riuscire a trovare ancora lo spirito del Natale, presi da mille impegni e degli ultimi regali da fare, ma vorrei ricordare in primis a me stesso, che i regali che facciamo, le cene con i parenti, gli auguri che ci scambiamo sono tutti volti  a festeggiare una ricorrenza religiosa…

Auguro quindi a tutti di trascorrere un bel Natale in famiglia, dimenticando per un attimo i problemi e cercando magari  di vedere con gli occhi di figli e nipoti la vera magia che ancora loro riescono a scorgere dietro tutte queste luci scintillanti!

Buon Natale!

Aboutaman

Wearing: Burberry's vintage coat //Suitesupply suite //henrycotton cashmere vest //Saraghina Eyewear //Omega vintage watch //Calbrese1924 tie //Tricker's shoes
1 7 510 9 13

 

Next winter don’t miss your roll neck!

Dear readers,

whether known as a roll neck (UK), turtle neck (US) or skivvy (Australia), fashion’s latest hero piece has finally shaken off its Geography teacher connotations to become a sophisticated modern must-own. Despite going through a rough patch in recent years, men have at last learned, when worn right, the roll neck can be the perfect way to dress up denim or act as a relaxed substitute for a shirt and tie. Soft, comfortable and with a touch of the seventies about it, the roll neck is a menswear classic that almost every gent should try at least once in his life.

It allows you to do without the scarf and classic version does not have buttons or, in this and are more uncomfortable to wear over their close cousins ​​with zip or buttons, such as the famous cardigan, which was designed by a British general in order not to muss the crown. Trichological stories aside, the turtleneck is unisex – although born in a man’s wardrobe – and it’s cross, putting agree adults, children, dogs and uncle Pino! It ‘made of various fabrics and knitwear resists across the seasonal trend fashionistas. Is popular with singles all over the world and from people on the trip; the reason? Its practicality, but mainly because it’s not iron – remarkable point in its favor. Under the turtleneck homo sapiens wearing a t-shirt, but the most sensitive homo elegans just can’t accept this affront to the rules, citing an idiosyncrasy for dermatological wool in contact with the upper limbs. A cure for the aforementioned aversion has been prepared within the Pitti Uomo: it trivially advised to wear a shirt under the turtleneck. Arms covered and assured touch of glamor from the tips of the collar peeking sweater. What a style!

Available at Reiss, priced £85.

Reiss Observatory Merino Wool Neck Jumper

Available at ASOS, priced £20.

ASOS Roll Neck Jumper in Twisted Yarn

Available at Suitsupply, priced £129.

Suitsupply Green Turtleneck

Available at Zara, priced £25.99.

Zara Plain High Neck Sweater

Available at Belstaff, priced £390.

Belstaff Littlehurst Jumper

Available at ASOS, priced £45.

Selected Homme Turtle Neck Jumper with Fleck

Available at John Smedley, priced £399.

John Smedley Judson in Camel

Available at Mango, priced £45.99.

Mango Stand Collar Merino Wool Sweater

Available at Sunspel, priced £300.

Sunspel Jacquard Knit Roll Neck Jumper

Available at Uniqlo, priced £24.90.

Uniqlo Extra Fine Merino Polo Neck Sweater

Now I hope you are ready for next winter season!!

Stay tuned!

Aboutaman

(more…)

David Saddler…ritorno al futuro

Cari lettori,
navigando in rete in questa calda estate, tra tuffi veri e quelli nella memoria ho trovato un nome che ha subito riportato alla mente la mia adolescenza quando ancora “acerbo” muovevo i primi passi tra l’abbinamento di una giacca e la scelta di una scarpa, o quando al compimento dei 18 anni consumai la mia prima, vera “missione” da gentleman…trovare l’abito per festeggiare l’entrata nella maggiore età.

(more…)

Pitti people’s 88

Cari lettori,

il secondo dei nostri appuntamenti con il reportage dell’ultima edizione del Pitti Immagine Uomo, pone il focus sulle persone che ho avuto il piacere di incontrare e salutare. Con alcuni si è parlato di evoluzione del settore della moda maschile, con altri semplicemente del tempo, ma è stato comunque bello respirare tutti insieme l’aria “pittiana”, che nei giorni passati ha invaso la città di Firenze come un diffusore aromatico, lasciando a dietro di se, un’allure unica, capace ogni anno di rinnovarsi, senza mai stravolgersi. (more…)

Wedding time? I’m ready for…

Cari lettori,

inutile negare che la stagione estiva, oltre a regalare tante cose belle è anche il periodo in cui si ricevono inviti per interminabili quanto inevitabili matrimoni. Nulla di male, intendiamoci, se non fosse che noi maschietti siamo spesso obbligati ad un dress code piuttosto impegnativo. In fondo il gentil sesso può scoprire spalle e gambe quasi a piacimento, mentre per noi la faccenda si complica un po’, a meno che non abbiamo al massimo 10 anni…

Banditi short  e sneakers ci tocca andare ad aprire l’armadio e fare il famoso, quanto tragico, punto della situazione. Chi per lavoro non è obbligato ad indossare abiti eleganti, si troverà in netta difficoltà, poichè troverà nel suo guardaroba solo qualche abito comprato in occasione di eventi passati che, come loro sarà appunto…andato!

Ad ogni modo, che l’abito sia la nostra divisa da lavoro oppure rappresenti l’antitesi del nostro essere quotidiano, in caso di matrimoni ci sono da seguire poche, semplici ma ferree regole. Escludendo il caso in cui il matrimonio sia il nostro, in tutti gli altri casi una prima, fondamentale distinzione è sapere se la cerimonia è diurna o serale.

Nel primo caso siamo mezzi salvi 🙂 A seconda anche della location e del “livello” sociale delle persone che si sposano e del nostro legale parentale con loro, è possibile anche cavarsela con uno spezzato giacca-pantalone. In questi casi pantalone grigio chiaro in fresco di lana e giacca blu con camicia bianca, o anche celeste molto chiaro possono rappresentare un valido pass par tout. Scarpe mai troppo chiare, opterei sempre per un cordovan marrone scuro oppure il classico nero. Cravatta a piacere, come il tema in classe 🙂 facendo però attenzione a non esagerare con fantasie anni 80 (se non vintage ed allora è un altro discorso) e pupazzetti vari.

marrone 150002-2b 140015-2

Discorso diverso se nel biglietto di invito si richiede espressamente un certo tipo di abbigliamento, come ad esempio tight, mezzo tight o comunque abito scuro. In questi casi non si scappa…bisogna vestirsi in modo appropriato! Però, a guardar bene, dal momento che è l’invito stesso che ci “consiglia” come vestirci non vi nascondo che a me la cosa piace, poichè è quasi impossibile sbagliare. Abito blu, scarpa nera, camicia bianca ed una buona dose di buone maniere nel taschino e saremo sempre impeccabili!

Se l’evento è di sera i toni si scuriscono e così come l’abito femminile si allunga ed il tacco si fa importante, anche per l’uomo è necessario che l’abito sia intero, non spezzato, e la scarpa rigorosamente nera! Dopo le 18, infatti, galateo impone che la scarpa diventi nera e la camicia bianca, così come la cravatta si scurirà nei toni del blu, nero, grigio.

admin-ajax.phpabito-zaffiro-139010-2 _leo8246 109013-3 138024-3

Tutto chiaro? Bene, ora non vi resta che godervi il matrimonio (degli altri) e pensare, eventualmente a quando toccherà a voi!! 🙂

Alla prossima!

Alessandro

%d bloggers like this: